L’esperienza canonicale

Cattedrale di San Lorenzo
Cattedrale di San Lorenzo, Genova

Per quanto riguarda la presenza agostiniana in Liguria, l’esperienza canonicale è bene rappresentata ab antiquo e capillarmente diffusa, per una lunga serie di ragioni, fra cui l’eventuale adozione di chiese e di sacri complessi negletti, l’alta qualità dell’assistenza spirituale offerta ai fedeli, il rispetto ed i buoni rapporti con l’Ordinario diocesano, il coinvolgimento dei laici, la concordanza con la politica del governo  genovese.

Furono priorati dei Canonici regolari di Santa Croce di Mortara presso Pavia, detti perciò Mortariensi:
S. Teodoro in Genova, fondato nel 11004,
S. Maria di Priano a Sestri Ponente, oggi detta Virgo Potens,
S. Giovanni evangelista a Paverano, fondata nel 1157, oggi inglobato nel complesso assistenziale di Don Orione,
S. Maria della Vezzulla presso Masone,
S. Pietro a Prà, fondato nel 11711
S. Maria del Prato in Albaro, oggi annessa alla casa generalizia delle Figlie di Maria Immacolata
fondate dal Beato Agostino Roscelli,
N. S. del Monte, passata ai Francescani nel corso del Quattrocento,
S. Maria di Granarolo 9,
S. Giovanni evangelista di Borbonoso,
S. Maria di Cassinelle, ultimo ad essere fondato, nel 1308.

Furono comunità dei canonici regolari di San Rufo:
S. Nicolò presso Camogli 10
S. Salvatore in Sarzano, acropoli urbano di Genova, oggi trasformata inaula magna della Facoltà di Architettura  dell’Università
S. Michele in Fassolo, alle porte di Genova, distrutta nel secolo XIX

Esistevano parecchie altre canoniche regolari in Liguria, sempre nei primi secoli del Basso Medio evo, ma o disponiamo di scarse notizie, ovvero la comunità fu regolare per un breve lasso tempora le, ovvero possedevano finalità ospedaliera. Rammentiamo peraltro:
la canonica dei Santi Pietro e Paolo di Ferrania, la più antica di tutte, fondata nel  1097;
S. Pietro di Vesima fondata nel 116013;
S. Giacomo di Montemoro nell’immediato  entroterra di Savona;
S. Maria degli Incrociati vicino al torrente Bisagno 14;
S. Maria di Pomelli presso Mallare in Val Bormida;
S. Maria di Latronorio fra Varazze e Cogoleto 15
S. Maria di Pontelungo alle porte di Albenga;
S. Maria Maddalena di Lavagna.